Eventi

DOCUMENTARI RS PRODUCTIONS

Nei Cinema Unici sono arrivati dei documentari imperdibili diretti da Rs Productions. Sei uscite evento che celebrano grandi culture, passioni che svelano tantissime curiosità.

 

TATTOO’S: INK IN MY SKIN 21-22-23 settembre


Racconteremo di un’arte pittorica che permette la decorazione del corpo umano; quella del tatuaggio è una tradizione che ritroviamo molto indietro nel tempo. Attraverso le testimonianze di tatuatori e soggetti tatuati, racconteremo il valore attribuito all’arte del tatuaggio nel passato, come essa è cambiata nel corso del tempo e la sua valenza culturale, antropologica, magico-curativa ed estetica, fino ad arrivare alla dimensione attuale. Un escursus dalle origini ai giorni nostri. Tatuaggi religiosi, terapeutici, nobiliari, punitivi, degli artigiani, della camorra, di crimine e marginalità, hippy, fino a quelli dei marinai. Questa si palesa come una tradizione italiana ancora oggi largamente sconosciuta, che passa tra le maglie della storia, da nord a sud, attraversando guerre, mestieri, ordini religiosi, amore, vanità e potere. Scoprirete il potere della comunicazione dell’inchiostro su pelle.

SONO IN LISTA 28-29-30 settembre


Il documentario racconta la storia, l’evoluzione e la trasformazione del clubbing a Milano. “Clubbing” è un termine inglese traducibile con “andare per locali”. In realtà c’è un significato molto più profondo e culturale nell’accezione anglosassone del termine. I club, le discoteche e la musica elettronica sono un punto di vista  privilegiato per leggere la società e i suoi cambiamenti: artistici, sociali, culturali, politici, di costume. In particolare, una città come Milano, da sempre luogo cruciale nel panorama italiano e mondiale, se guardata e narrata dal punto di vista della Notte offre una prospettiva interessante dei cambiamenti del Paese: dagli anni ’70 ai brillanti ’80, dai confusi anni ’90 fino al repentino mutamento dell’ultimo decennio. A Milano musica, moda, arte, contro cultura, televisione, e i personaggi anomali e speciali che orbitano intorno a questi mondi si trovano a convergere spesso proprio nel “porto franco” della discoteca, luogo di sospensione del giudizio e dove si anticipano le tendenze, anche sociali. Il documentario racconta tutto questo con una narrazione forte, profonda e pop allo stesso tempo, e con le testimonianze di dj promoter, proprietari di locali, organizzatori di serate, clubber “eccellenti” e protagonisti storici della notte milanese, dagli anni ’70 ad oggi, e con uno sguardo rivolto anche al futuro.

 


EVENTO SPECIALE ALLA
77. MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA

PAOLO CONTE
VIA CON ME

solo il
28-29-30 settembre 2020
al cinema

Il film evento su uno dei più grandi autori della musica italiana.
Con la voce narrante di Luca Zingaretti

Musica, interviste esclusive, materiali inediti: un racconto ironico e appassionante con gli interventi di Roberto Benigni, Vinicio Capossela, Caterina Caselli, Francesco De Gregori, Stefano Bollani, Giorgio Conte, Pupi Avati, Luisa Ranieri, Luca Zingaretti, Renzo Arbore, Paolo Jannacci, Vincenzo Mollica, Isabella Rossellini, Guido Harari, Cristiano Godano, Giovanni Veronesi, Lorenzo Jovanotti, Jane Birkin, Patrice Leconte, Peppe Servillo.

Paragonato dal New York Times a Tom Waits e Randy Newman, Conte è uno dei massimi cantori della provincia del mondo: le sue canzoni visive formano un immaginario atlante dell’anima, del suono e della poesia. Perché Conte ti porta via e ti affascina con uno spettacolo di arte varia, fingendo di passare per caso al Bar Mocambo, mentre una tragedia minima incombe tra il sorriso e una furtiva lacrima. 


Maledetto Modigliani
Il documentario evento

Solo il
12-13-14 ottobre 2020
al cinema

Artista maledetto, ribelle, genio scandaloso e maestro indiscusso dell’arte del Novecento: un ritratto che si spinge oltre la leggenda.
Nelle sale italiane il documentario dedicato a uno degli artisti più bohémien del secolo scorso, con gli interventi di Marc Restellini, Paolo Virzì, Simone Lenzi, Gérard Netter, Antonio Marras, Laura DinelliEmilia Philippot, Jacqueline Munck, Klaus Albrecht Schröder.


THE ROSSELLINIS

26-27-28 OTTOBRE

SINOSSI

Roberto Rossellini è stato un genio del cinema e un padre spiccatamente anticonformista. I suoi amori hanno riempito le prime pagine dei giornali di tutto il mondo, scandalizzando la rigida morale degli anni Cinquanta e dando alla luce una famiglia numerosa, orgogliosamente multietnica e decisamente allargata.  Alessandro, primo nipote del grande regista, ha avuto una carriera traballante da fotografo e un lungo passato di tossicodipendenza. Come primo nipote di un genio, non si sente all’altezza del cognome. Decide così di girare a 55 anni il suo primo film, affrontando con ironia la saga dei Rossellini e obbligando i parenti a un’impossibile terapia familiare davanti alla macchina da presa.

NOTE DI REGIA

Con il titolo del film ho voluto prendere in giro un cognome che per me è stato da sempre molto ingombrante, passato alla storia del cinema per le idee rivoluzionarie di nonno Roberto, regista venerato ancora oggi come un profeta dai cinefili di tutto il mondo. Nonno fu però un personaggio ben noto anche per la sua vita privata, parecchio avventurosa. Il suo genio e il suo carisma hanno affascinato i cronisti del tempo, creando un grande circo mediatico attorno alla sua figura. Il nostro album di famiglia si è così composto con bellissime fotografie patinate e cinegiornali dai toni scandalistici. Tutto questo ha avuto per me e gli altri discendenti un peso enorme, influenzando le nostre vite, anche dopo la scomparsa di nonno. Ogni famiglia mitizza il proprio passato, denso di storie e gioie, nascondendo a volte sotto il tappeto i conflitti più dolorosi. In questo senso, forse noi Rossellini siamo l’iperbole di una famiglia: affascinante, appassionata ed anche bugiarda. L'arte di narrarsi al meglio è forse l'unico pezzetto di genio creativo che abbiamo ereditato da nonno Roberto. 

Questo film documentario è il mio personale tentativo di restituire un’immagine sincera della mia grande, amata e complicata famiglia.  Alessandro Rossellini


 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.